GEORGIA - Tbilisi

Viaggio di Gruppo - L'autentica cultura georgiana

  • Tour di gruppo , Volo + Tour
  • 9 giorni / 7 notti
  • Pensione completa

Con questo tour andrete nel cuore del Grande Caucaso, tra vigneti vigorosi e piccoli villaggi, antiche accademie e città millenarie scavate nella roccia.  E’ la bella e verde Georgia, sincera, intensa e ospitale. Da Tbilisi a Kutaisi, lungo altitudini che raccontano il mito. Questa ex repubblica sovietica è caratterizzata dai piccoli villaggi sulle montagne del caucaso , ma anche dalle località sul Mar Nero che ono in forte sviluppo turistico. La Georgia è un paese in pieno sviluppo, dove scoprirete i contrasti tra la vita rurale e quella della moderna capitale Tbilisi, ma scoprirete anche i paesaggi mozzafiato e la lunga tradizione enogastronomica, scoprendo anche l'antico metodo di vinificazione georgiano che viene ancora utilizzato al giorno d'oggi. Un viaggio in Georgia è una vera scoperta.  l’itinerario si può estendere fino all’Armenia, regione limitrofa, affine eppure tanto diversa.

Dettagli

Programma di viaggio

1° giorno: Italia/Tbilisi

Partenza con volo di linea dall’Italia. Pernottamento a bordo.

2° giorno: Tbilisi
Prima colazione in hotel e cena in ristorante. Pranzo libero. Arrivo a Tbilisi di prima mattina e trasferimento in albergo. Tempo a disposizione per il relax e inizio della visita della capitale: il centro della città vecchia e la città moderna sono molto vicini e consentono una piacevole panoramica che include, tra i monumenti storici più interessanti la Cattedrale di Sioni, in cui si conserva la croce della santa georgiana Nino, la fortezza di Narikala e le Terme Sulfuree. Proseguimento con la visita del Museo Nazionale e passeggiata lungo il Corso Rustaveli, la via principale di Tbilisi.

3° giorno: Tbilisi/Mtskheta/Gudauri
Prima colazione in hotel e cena in ristorante. Pranzo libero. Partenza per Mtskheta, l’antica capitale, centro religioso della Georgia e visita della chiesa storica di Jvari e della Cattedrale di Svetitskhoveli dove è custodita la Tunica di Cristo. Visita del sito archeologico con le rovine dei palazzi reali, i bagni romani, le tombe dei nobili. Proseguimento lungo la Grande Strada Militare Georgiana e durante il percorso visita del complesso di Ananuri del XVII secolo, sotto le cime dei monti del Caucaso. Arrivo a Gudauri, famosa località sciistica.

4° giorno: Gudauri/Kazbegi/Gudauri
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero. Partenza per Kazbegi lungo un tratto di strada che costeggia gli scenografici paesaggi lungo il fiume Tergi. Da Kazbegi, capoluogo della regione, un percorso in salita di circa un’ora e mezza conduce attraverso un paesaggio di valli e montagne fino alla Chiesa della Trinità di Gergeti, a 2170 metri.* In condizioni climatiche favorevoli è possibile vedere uno dei ghiacciai più alti del Caucaso, sul monte Kazbegi ( 5047 mt), il cui nome significa “picco ghiacciato”. E’ questo il mitico monte di Prometeo, qui incatenato per punizione avendo sottratto il fuoco agli dei per donarlo ai mortali. Per la cristianità invece in questo monte era conservata la mangiatoia in cui Gesù fu posto appena nato. In rientro a Gudauri sosta ad un atelier d’arte.
* è possibile salire alla chiesa della Trinità di Gergeti in fuoristrada, supplemento 13€ circa per persona da pagare in loco

5° giorno: Gudauri/Gori/Bakuriani
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero. Partenza per Gori, città natale di Stalin, in cui si trova anche un museo a lui dedicato (per chi lo desideri visita a pagamento degli interni in loco). Prosecuzione per la città di Uplistsikhe, interamente scavata nella roccia e risalente al I millennio a.C. Si tratta di un complesso interessante con resti di dimore, forni, cantine, una basilica a tre navate. Le colline che conducono al complesso riportano tracce del passaggio delle antiche carovane. Prosecuzione verso Bakuriani lungo la catena monutuosa di Likhi.

6° giorno: Bakuriani/Vardzia/Bakuriani
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero. Partenza per la regione di Meskheti e Javakheti per la visita della città di Vardzia, risalente al XII secolo. Proseguimento per Khertvisi che si raggiunge a piedi con una passeggiata di circa venti minuti. Visita della città e del castello di Akhaltsikhe, restaurato di recente.

7° giorno: Bakuriani/Kutaisi
Prima colazione e cena in hotel. Pranzo libero. Partenza verso per la terra del Vello d’Oro, la provincia di Imereti, nella Georgia Occidentale con sosta ad un piccolo mercato artigianale della ceramica. Arrivo a Kutaisi e visita del Complesso di Gelati, patrimonio Unesco, risalente al XII secolo e comprendente il Monastero e l’Accademia fondati ai tempi di David IV “il costruttore”. Tale era la fama di questo centro culturale che i contemporanei lo chiamavano “la nuova Grecia”. Di notevole interesse l’altare della Cattedrale della Vergine Maria, i cui mosaici ne fanno un capolavoro d’arte sacra georgiana. A seguire sosta ad una delle grotte millenarie recentemente scoperte nei dintorni.

8° giorno: Kutaisi/Tbilisi
Prima colazione in hotel, cena in ristorante, pranzo libero. Visita del mercato locale e partenza per Tbilisi. Cena in ristorante e camere a disposizione fino al trasferimento in aeroporto.

9° giorno: Tbilisi/Italia
Di primissimo mattino trasferimento in aeroporto e rientro in Italia con volo di linea.

Hotel previsti o similari:
Tbilisi: Hotel ZP Palace 4 stelle
Gudauri: Hotel Carpe Diem 3 stelle
Bakuriani: Hotel Crystal 3 stelle
Kutaisi: Hotel Bagrati 1003 3 stelle

Date e prezzi
Prezzo
Incluso/Escluso

Voli di linea Austrian Airlines/Lufthansa da Milano Malpensa, Venezia, Bologna, Roma Fiumicino

La quota comprende:
- Volo di linea andata e ritorno in classe turistica.
- Trasferimenti da/per l’aeroporto a Tbilisi
- Ingressi e visite come da programma con bus privati e guide parlante italiano
- Sistemazione in camera a due letti con servizi privati negli hotel indicati o in case private ove previsto
-  Accompagnatore Metamondo con minimo 20 partecipanti
-  Pasti come da programma
- Documentazione di viaggio

La quota non comprende:
- Quota gestione pratica che comprende assicurazione medico, bagaglio, annullamento 95 euro a persona
- Tasse aeroportuali
- Le bevande, le mance e le spese a carattere personale,
- Tutto quanto non incluso alla voce "La quota comprende"

Appunti di Viaggio

DOCUMENTI
È necessario che il passaporto abbia validità residua di almeno 2 mesi.

Dal 10 gennaio 2013 non è più necessario il visto d’ingresso per un periodo massimo di 180 giorni nell’arco di 12 mesi.

Viaggi all'estero di minori
dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale.

Ricordiamo che la mancata partenza per documento non in regola comporta la perdita totale della quota.

FUSO ORARIO
Lancette in avanti di 3 ore.

CLIMA E ABBIGLIAMENTO
L'Armenia è un paese montagnoso: il 90% del territorio raggiunge un'altitudine di 1000 metri sul livello del mare. Da aprile a giugno, da fine agosto ad ottobre (mese normalmente incantevole per un viaggio in Armenia) i periodi migliori per visitare il paese. A luglio ed agosto si raggiungono i 35/40°C. L'inverno è freddo e l'autunno di breve durata, il verde della natura è un aspetto tipico della primavera soltanto. È consigliabile un abbigliamento casual, scarpe comode, qualcosa di pesante per le serate in aree montane, anche in estate. 

LINGUA

La lingua ufficiale è l'Armeno fa parte delle lingue indoeuropee, possiede un alfabeto proprio creato per tradurre la Bibbia. Molti sono oggi i dialetti, ma la lingua della capitale è la più diffusa. Parlati da molti il francese e l'inglese.

MONETA
La moneta armena è il Dram. 1 Euro circa 750 Dram. Al cambio attuale (Febbraio 2013) 1 Euro corrisponde a circa 550 Dram Carte di credito generalmente accettate. La valuta straniera si cambia facilmente, ma è consigliabile portare con sé dollari americani, possibilmente di piccolo taglio e successivi al 91. Le banconote rovinate non vengono accettate. L'euro viene comunemente cambiato.

ELETTRICITA'
220 volt. È consigliabile portare con sé un adattatore; le prese sono generalmente a due lamelle tonde. 

TELEFONO
Il prefisso dell'Armenia è 00374 + 2 per chiamare Erevan. Per telefonare in Italia 39+ prefisso e numero richiesto. Gli hotel applicano normalmente costi abbastanza alti per chiamate internazionali.

VACCINAZIONI
Non sono richieste vaccinazioni particolari. Consigliamo di portare con sé i medicinali personali, un piccolo pronto soccorso, assorbenti femminili. Importante è non bere acqua che non sia imbottigliata.

MANCE
Le mance non sono incluse nel pacchetto di viaggio. È pratica comune e molto apprezzata lasciare la mancia alle persone che contribuiscono a rendere piacevole il vostro viaggio. Si suggerisce di prevedere una somma di 30 euro a persona da consegnare alla guida che provvederà a distribuire equamente l'importo a tutto il presonale: autista, facchini, camerieri e staff degli hotel ( di 40 euro nel tour combinato Armenia/Georgia, da suddividere tra i due paesi)

SHOPPING
I negozi sono aperti dalle 9 alle 19 o dalle 10 alle 22. Tra i prodotti dell'artigianato molti sono quelli di buona qualità e costo contenuto: dal legno intagliato agli oggetti in ossidiana - molto diffusa - al lino, ai tessuti lavorati a mano.

CUCINA

Ottima e varia la cucina armena è assai vicina a quella dei paesi mediorientali. Numerosi sono gli antipasti - "meza", dalla carne speziata ai piatti di verdure, con gran uso di lenticchie e melanzane. Immancabili le foglie di vite ripiene di carne, riso e spezie, i piatti a base di formaggio fuso ( ottimo il "lavash", pane armeno speciale ripieno di formaggio). Molte e buone le zuppe. I piatti a base di carne, marinata, shish khebab (chiamato anche khorovadz), agnello, pollo con riso, si alternano a quelli di pesce. Molto usato lo yogurt. Tra i dolci la raffinatezza giunge sino alla preparazione di marmellate di petali di rosa. L'Armenia è ricca di frutti,dalle noci (famoso è il Pakhkavà, di noci e pistacchi) alle pere, dai melograni alle fragole, ma è l'albicocca il frutto più diffuso e ritenuto cura fondamentale contro le malattie di cuore. Più di 40 tipi d'uva crescono sull'intero territorio: ottimi sono i vini, ma conosciutissimo è il cognac, invecchiato fino a 50 anni: tra le marche famose Nairi, Vaspouraklan, Ararat, Ani. Per fegato e reni le acque minerali armene sono riconosciute come un vero toccasana.

MUSICA, LETTURA E FILM
Due classici di Aram Khachaturian, nato in Georgia ma di origina armena, la famosa Danza delle Sciabole e il balletto Spartacus. Nell'ambito folk Jvan Gasparyan, virtuoso dell'antichissimo "duduk", simile all'oboe e ottenuto da legno d'albicocco, uno degli alberi più diffusi in armenia. Famoso per le colonne sonore dei film Il Corvo e Il Gladiatore. Per i cinefili è Sayat-Nova (Il colore del melograno) di Segej Paradzhanov, risalente al 1969 un' indiscussa icona del cinema armeno. Tra i film recenti va ricordato sicuramente Ararat di Atom Egojamìn del 2002. Tra le letture da non perdere Viaggio in Armenia del poeta russo Osip Mandelstam e La masseria delle Allodole di Antonia Arlsan, scrittrice italo-armena.


Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!